Mi chiamo Shaimà, vivo a Homs, ho cinque anni e ho fame

Diario di Siria

Homs, 16 luglio 2013 i bambini di Homs hanno fame16 luglio 2013 – Homs, quartieri assediati

Mi chiamo Shaimà, vivo nella zona assediata di Homs, ho cinque anni e ho fame. Vorrei mangiare tanta verdura, tanta frutta… banane, fragole, mele e pere. Vorrei un piatto goloso e succulento. Non abbiamo cibo, né bibite. non abbiamo niente. Vorrei mangiare del pollo, della carne… Vorrei dire al mondo di mettersi una mano sulla coscienza e pensare ai bambini di Homs“.

Inizia così questo drammatico video girato oggi a Homs nei quartieri assediati. Parlano alcuni bambini che vivono, ormai da oltre un anno, intrappolati nelle loro case, sotto continui bombardamenti, privati persino del cibo. Parlano le donne, che si piegano sui cigli delle strade a raccogliere erbe, sperando che siano commestibili. I neonati non possono essere allattati da madri denutrite e spaventate e manca il latte in polvere

Ci rendiamo conto di cosa significa che per un bambino diventa un…

View original post 95 altre parole

Lascia un pensiero, se vuoi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...