Paesaggi d’estate

Di Luglio

Quando ci si butta lei,
Si fa d’un triste colore di rosa
Il bel fogliame.

Strugge forre, beve fiumi,
Macina scogli, splende,
È furia che s’ostina, è l’implacabile,
Sparge spazio, acceca mete,
È l’estate e nei secoli
Con i suoi occhi calcinanti
Va della terra spogliando lo scheletro.

(Giuseppe Ungaretti, Sentimento del Tempo, 1919-1935)

Alfred Sisley, Estate di San Martino, 1880

Alfred Sisley, Estate di San Martino, 1880

Stelle

Tornano in alto ad ardere le favole.

Cadranno colle foglie al primo vento.

Ma venga un altro soffio,

Ritornerà scintillamento nuovo.

(Giuseppe Ungaretti, Sentimento del Tempo, 1919-1935)

Vincent Van Gogh, Notte stellata sul Rodano, 1888

Vincent Van Gogh, Notte stellata sul Rodano, 1888

2 pensieri su “Paesaggi d’estate

  1. Mi piace molto leggere una poesia abbinando l’immagine che si legge tra le righe a quadri che riescono, attraverso il colore e il paesaggio, a rendere visivamente ciò che il poeta scrive. Grazie anche perchè adoro gli impressionisti. Isabella

    • Grazie a te!
      Guardare un’immagine e leggere parole che rimandano a quell’immagine credo sia un binomio perfetto e condivido la tua sensazione di piacere.
      Un caro saluto
      Primula

Fai una sosta e lascia un pensiero se vuoi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.