Inebriarsi di vita

 

campi della pianura mantovana

campi della pianura mantovana

 

Respirare la brezza frizzante del mattino quando il verde giovane dei campi è bagnato di rugiada “come un vino di vigore” (Rimbaud, “Ma Bohème“),

Perdersi nell’azzurro inebriante del giorno solcato a tratti da nubi spumeggianti.

La Primavera è ebbrezza,

ebbrezza di vita.

 

 

24 thoughts on “Inebriarsi di vita

  1. Mi farebbe piacere condividere questa bellissima visione, ma prima dovrò aspettare che mi passi il raffreddore 😉
    Penso comunque che non dovremmo seguire l’esempio che ci sta dando Madre Natura: passano i lustri, e la stagione dell’ebbrezza dura sempre di meno 😦

    • Innanzitutto spero che passi velocemente il tuo raffreddore così puoi fare rigeneranti “immersioni” nella natura come ho fatto nel weekend 🙂
      Rispondo inoltre alla tua velata rassegnazione di fronte allo scorrere del Tempo: “Ma come? Siamo nel pieno della vita, godiamone!!”
      Sono convinta che l’ebbrezza, di Natura, di Arte, di Bellezza, di Vino anche perché no? (in modica quantità) (e Baudelaire avrebbe molto da dire al riguardo …) sia fondamentale nella vita e che la durata della sua efficacia, in senso metaforico, dipenda solo da noi.
      Un grande abbraccio Cristian e una serata spumeggiante 🙂
      Primula

      • Mi devi perdonare, avrei dovuto specificare che la mia era una riflessione che non riguardava la metafora che avevi esposto, ma semplicemente una constatazione sui cambiamenti climatici…
        Sul lato metaforico invece nulla da obiettare, anche se devo ammettere che per quanto mi riguarda sono un po’ combattuto tra due visioni opposte: da una parte quella ottimista, sognatrice e idealista, dall’altra quella cinica, razionale e pessimista.
        In realtà il mio è un “pessimismo ottimista”, che quando prevale sul lato “chiaro” si rivela un semplice trucco, in cui mi aspetto un bicchiere vuoto, e alla peggio me lo trovo colmo per metà 😉
        N.B. per mia fortuna, il lato “scuro” non prevale su quello “chiaro”, e di sicuro la serata musicale che mi aspetta mi porterà dalla parte migliore 😉
        Buona serata anche a te!
        Occhio alle bollicine 😀
        Cristian

  2. Mi viene sempre in mente Kant.. “due cose riempiono l’ animo di venerazione e ammirazione sempre nuova e crescente: il cielo stellato sopra di me e la legge morale in me”.
    Tralasciando la coscienza perché li si entra nell’ intimo, come si fa a non sentirsi esplodere di felicità davanti a certi spettacoli?
    Un abbraccio

    • Ciao Mariella! e benvenuta! 🙂
      Verissimo ciò che dici e la citazione calzante di Kant è la conferma di quanto la Natura possa essere interiorizzata per le emozioni che ci fa vivere. Senza voler disturbare i poeti romantici e la loro predisposizione alla contemplazione, è un rapporto che dovremmo coltivare maggiormente iniziando concretamente già dal rispetto per il paesaggio e per l’ambiente.
      Il discorso diventa meno poetico, ma se non iniziamo da lì, ci neghiamo in seguito la possibilità di “esplodere di felicità” come scrivi tu.
      Fortunatamente esistono angoli di paradiso …
      Grazie Mariella e a presto. 🙂
      Un abbraccio
      Primula

      • Gli angoli di paradiso sono ovunque, ma si trovano quando si guarda ciò che c’è fuori dalla finestra, e non la propria immagine riflessa allo specchio.
        Purtroppo sembra che la gente preferisca puntare la macchina fotografica a se stessa piuttosto che alla meraviglia che ci circonda.
        Basta aprire una porta per sentirsi ancora “fanciullini”.
        Un bacio Prof, e complimenti per il blog, la leggo già da tempo.

        • Parole sante Mariella!
          Grazie per gli apprezzamenti. Ma … mi avevi promesso di darmi del tu! Questa volta ti assolvo, spero nella prossima.
          Buona giornata. Bacioni e a presto 🙂
          Primula

          • HAI ragione e mi scuso, sarà l abitudine! Ma non era assolutamente fatto per creare distanza, solo per rispetto e gerarchia. Prometto che ti darò del tu, ma mi concedi il “prof”? “Ciao Prof”, un contrasto che mi piace molto perché avvicina ma allo stesso tempo rispetta i ruoli!
            Un bacio :*

    • Aspetto il momento dell’esplosione della tua vitalità!
      I tuoi versi parleranno per te.
      Una serata di dolcezza e di serenità carissima Mistral 🙂
      Un abbraccio
      Primula

  3. E’ proprio così: ci si sente quasi ubriachi di vita anche se non si fa nulla di particolare! Sentiamo i ritmi della natura, evidentemente: la vita rinasce non solo fuori, ma anche dentri di noi 🙂

    • È per me un periodo di intenso lavoro, ma sto affrontando ogni cosa con molta energia. Hai ragione, nulla di diverso dal solito, ma la vitalità rende tutto meno faticoso e anche migliore.
      Buona serata e grazie!:)
      Primula

    • Grazie Andrea! Sono lusingata. È vero che è un gioco, ma è pur sempre un attestato di stima che ricambio sia qui che da te.
      Un carissimo saluto e un abbraccio 🙂
      Primula

Se lo desideri, fai una sosta e lascia il tuo pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...