Vero … Non vero … sveliamo il mistero

In anticipo sui tempi previsti, ma perché aspettare?

Grazie innanzitutto per avere giocato, tentato, azzardato a questa “messa a fuoco”.

Qualcuno ha scattato una foto un po’ mossa, altri hanno ripreso il mezzo busto, ma tra voi c’è chi sa usare l’obiettivo quasi da professionista! 🙂

Ecco le risposte … e verificate.

1. Mantengo raramente le promesse
FALSO – Sono assolutamente fedele alla parola data, troppo sincera per non esserlo.

2. Sono testarda
VERO – Di coccio, come giustamente scrive Isabella. Può sembrare un atteggiamento poco positivo, ma ha anche i suoi lati costruttivi. Se ho una meta, devo raggiungerla; un programma, devo portarlo a termine. Sfida e passione sono le due componenti della mia testardaggine … non li vedo proprio un male. Cocciuta anche in questo? 😉

3. Sono introversa.
FALSO – Al contrario, sono molto socievole ed espansiva. Direi piuttosto che sono riservata, ma non è la stessa cosa. Si può essere aperti e cordiali senza mai parlare della vita privata a cui hanno accesso solo poche persone, familiari e amici veri.
È possibile, lo garantisce la mia riconosciuta disinvoltura in mezzo alla gente.

4. Sono parsimoniosa
FALSO
– Alludo proprio al denaro cui io do una rilevanza davvero minima. Serve per vivere, sono consapevole della sua importanza e non intendo affatto sminuirne il valore. Mi riferisco all’accumulo di ricchezza di cui qualcuno fa una ragione di vita.
Se avessimo maggiore rispetto per il denaro, come mezzo di sussistenza e non come “mito della roba” di verghiana memoria, esisterebbe una distribuzione più equa del benessere economico … Utopia? Rientra anche questa nelle mie caratteristiche.
Tornando al mio caso, amo spendere per gli altri e per me, insomma faccio girare l’economia. 😉
Adoro fare regali, anche un piccolo oggetto. Mi gratifica pensare alla persona che lo potrà gradire.

5. Mi sento una mamma mancata
FALSO
– Strano che nessuno, credo, abbia capito. Eppure ne avevo parlato qui analizzando la questione della legge 40: forse una delle rare volte in cui ho parlato della mia vita privata. Ecco … non mi leggete con attenzione 😀 … Scherzo!
Ora, se volete, sciroppatevi un discorso lungo e articolato, praticamente una pagina di giornale 😀
Comunque, alla domanda: “Avresti desiderato figli?” non posso che rispondere “”, è del tutto naturale, ma è andata così e non ho mai vissuto come un dramma la mancanza di un figlio. Non mi sento meno donna realizzata per questo.
Mai fatto nulla per averne. Una mia amica si è sottoposta a varie terapie e numerosi interventi d’inseminazione: ogni volta un’illusione, ogni volta una delusione sempre più cocente. Perché accanirsi in questo modo, mi chiedo? La mia personalissima, e pertanto discutibile, opinione, è che un figlio non è un trofeo e che una donna non debba per forza partorire se si creano determinate circostanze.
Esistono tante possibilità di realizzazione per una donna, basta volerlo e avere le idee chiare sul proprio percorso esistenziale.
Questa sono io, ma mi rendo perfettamente conto che il problema è delicato e la questione estremamente personale. E lungi da me formulare giudizi, non sarei coerente con il mio senso di tolleranza.

6. Mi sono innamorata una sola volta nella mia vita
FALSO – Ma quando mai! Ho avuto varie storie (forse non avete considerato che ho una “certa età” 😉 eppure la mia panchina-piccolo-grande-amore avrebbe dovuto essere un segnale), tre grandi amori, uno l’ho sposato convintamente e felicemente.
Il segreto? Avere fatto esperienze al momento giusto, avere vissuto l’adolescenza e la giovinezza appieno e non sentire quindi in seguito il bisogno di “recuperare”.

7. La politica non mi interessa affatto
FALSO – Dopo la lettura, è una delle mie passioni. La mia partecipazione alle elezioni amministrative della mia città è stata molto attiva, ho scritto sul quotidiano locale, espresso il mio sdegno nei confronti dell’assenteismo, ho idee ben precise e radicate.
Nel blog trovate qualche post dedicato all’argomento, non recente tuttavia.
Vi chiederete forse come mai non l’abbia più affrontato. Molto semplice: mi piace discutere di Politica, detesto il gossip politico che mi pare stia conquistando un po’ tutti, social compresi, e dopo essere stata “vittima” su Twitter di “violenze verbali” da parte di esponenti di M5S ho deciso di occuparmene nelle sedi preposte.
Comunque se dovesse accadere qualcosa di rilevante, prometto che riprenderò il discorso.

8. Ho iniziato a parlare a dieci mesi
VERO – Forse anche prima … può sembrare anomalo, ma ho iniziato presto e ancora non ho smesso! 😀
Sono davvero molto loquace, forse lo si poteva dedurre dalla prolissità di alcuni articoli (anche in questo non mi sto affatto risparmiando 😉 )
Piccolo aneddoto divertente che mi hanno raccontato.
Io sono nata in marzo (segno zodiacale Ariete, lo scrivo per Viola che è un’esperta). Tempo fa, il festival di Sanremo era organizzato e trasmesso in TV alla fine di gennaio. Ebbene, era l’anno di Nel blu dipinto di blu di Modugno e io, i primi giorni di febbraio, cantavo il ritornello … Fate un po’ voi! … La nostra vicina di casa (riporto sempre racconti dei miei) continuava a sostenere che io non fossi normale, che avrei avuto vita breve … Pazienta una volta, pazienta due, la mia bisnonna non si è più trattenuta: “Non scamperanno mica solo i deficienti!” Conclusione? Rottura dei rapporti tra le due famiglie!

9. Fiuto rapidamente l’opportunismo
VERO – Non ho scritto “immediatamente” perché credo sia pressoché impossibile, ma mi bastano veramente pochi gesti, qualche parola, alcuni atteggiamenti per mettere a fuoco un comportamento. Nel mondo reale ovviamente, anche se pure il virtuale non scherza!
L’opportunista è simile a un serpente che striscia accanto come un servo fedele all’apparenza; sceglie le sue vittime proprio tra le più generose ed espansive. Una volta succhiato il loro sangue, se ne va sempre strisciando. Ecco, cerco di anticipare il morso.

10. Non amo lo sport
FALSO – Adoro tutto lo sport, l’ho praticato (nuoto e volley), ora mi limito a guardarlo, camminate in montagna a parte e ancora qualche bracciata in acqua.
Sono appassionata di calcio e fanatica dei motori, due ruote soprattutto. Non perdo una gara di SuperBike e MotoGP in TV; quando posso vado sui circuiti e nei box se ne ho l’opportunità. Non guido moto, ma guardo e ascolto il rombo “poetico” dei motori. Gioia pura!! 🙂

Grazie ancora a chi ha voluto partecipare e ora ha letto qualche informazione in più su di me.

Sono contenta di avere avuto l’occasione di raccontarmi un po’.

fiore

          

                                                       G R A Z I E !                                                                                    


14 thoughts on “Vero … Non vero … sveliamo il mistero

  1. Sette su dieci, ma faccio ricorso signora maestra! 😉
    Parsimoniosa non vuol dire taccagna, e nemmeno dedita a vivere una vita di ristrettezze in nome del dio denaro o del (ormai fu) dio risparmio: sarà che alle volte do significati tutti miei alle parole, ma da una breve ricerca mi sembra che “qualità di chi è parco” non sia un concetto così granitico…
    Sul discorso della mamma ricordavo il post di cui parli, e sinceramente mi accorgo solo ora di averla intesa semplicemente come “avresti desiderato figli?”, quindi su questa colpa mia, come del resto quella sugli amori, che oggettivamente era un po’ un salto nel buio (per quel che ne sappiamo poteva essere lo stesso Aldo quello della panchina eheheh).
    Comunque sono contento di non averle indovinate tutte: a volte, non conoscersi al 100% è un vantaggio, ti permette di continuare a stupirti, e mantiene viva la tensione (positiva) verso una conoscenza costante! Chi dice di conoscere qualcuno meglio di sé stesso, o si conosce ben poco oppure va avanti a stereotipi e idealizzazioni!
    Urca, son finito a far un’arringa… ma perché?! 😀
    Notte, o ‘giorno!

    P.S. Stupendi gli aneddoti sulle prime parole, la bisnonna ha fatto bene!

    • Ciao Cris e buongiorno! 🙂
      Forse l’aggettivo “parsimoniosa” non rende l’idea a te, si intende una persona economa, moderata nello spendere … ecco io non sono nemmeno questo. Proprio mani bucate 😀
      Comunque, sette su dieci non è niente male dai, ti abbono quella sulla panchina-piccolo-grande-amore 😉 ma non quella sulla mamma!!! E avevi letto e commentato il post! 😉
      Ma va bene lo stesso; come giustamente dici tu, sempre lasciare un po’ di mistero, cosa si scopre poi altrimenti! e a cosa serve l’amicizia? 🙂
      Un abbraccio Cris :-*
      Primula

  2. Che bel ritratto, lo dico davvero
    Condivido con te l’amore per lo sport, calcio, moto GP ( Valentino) ciclismo ( al Tour abbiamo un grande campione: Vincenzo Nibali) e tennis.
    E ti fa onore la tua dolorosa, grande rassegnazione a non poter avere figli.
    Essere madri è anche questo.
    Baciotti da Mistral

    • Come sai Mistral, parlo raramente di me, o mai in modo diretto, ma questa volta mi sono anche divertita a farlo. E molti hanno pure indovinato, a conferma che la scrittura, come ho espresso nel post, non è mai neutra.
      Hai ragione, Mistral, si può essere mamme in tanti modi.
      Un abbraccio grande 🙂
      Primula

    • Ma va! Guarda che sono testarda proprio, eh!
      Comunque, aldilà della battuta, sono fortunata anch’io. 🙂
      Ringrazio per il complimento, fa sempre piacere, detto con la sincerità che mi appartiene.
      A presto 🙂
      Primula

Lascia un pensiero, se vuoi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...