Gioco simbolico

Periodo di lettura, ascolto e osservazione. Parole volteggiano: molte si depositano e arricchiscono, alcune penetrano e tagliano, altre evaporano.

È così che, giocherellando con figlioletti di amiche in terrazza durante uno splendido pomeriggio d’inizio novembre, capita di riflettere su fatti recenti e comportamenti riscontrati, recidivi e cronici o inattesi e improvvisi.

Nasce un divertissement: l’inconsistenza dell’apparenza concentrata nella breve vita di bolle di sapone che nascono con un soffio e muoiono con un tocco.

 

giochi di bimbi e bolle di sapone sulla mia terrazza

 

Bocche bacianti
battezzano
bolle bambine,
beate bellezze baldanzose.

Buffetti burloni
bucano
boccette bagnate,
beote beltà banali.

Boccioli bastardi
bamboleggiano,
bugie ballerine
brillano bluffando.

 

 

68 pensieri su “Gioco simbolico

  1. Credo che “giocando” non solo con i fanciulli, ma anche con le parole, ispirata dalle bolle di sapone che da sempre affascinano, tu sia riuscita a regalarci una gioiosa poesia, pur soffermandoti su vari aspetti della realtà.
    Serena serata.:-)

  2. Bellissimo tautogramma e splendida foto: complimenti! Anche per il gioco. Le bolle di sapone saranno sì inconsistenti, effimere, evanescenti, ma sanno dare gioia e divertimento. La prossima settimana ho in programma proprio questo coi miei piccolissimi alunni. Con la scusa della vocale O andremo a giocare in cortile con le O che “nascono con un soffio e muoiono con un tocco”. So già che si divertiranno. E pure io 🙂 E in fondo questo è ciò che conta. Come con le parole e le emozioni che sanno lasciare.
    Buona notte
    Marirò

    • Ho sempre associato le bolle di sapone all’effimero che non nego susciti in effetti spensieratezza momentanea.
      Sono certa che i tuoi bambini si divertiranno un sacco. Sono fortunati ad avere una maestra che ricorre al gioco per agevolare l’apprendimento. Brava brava!
      Serena notte Marirò.

  3. non ho parole !!! Primula: il titolo, l’introduzione, la foto, il commento sotto la foto e infine i versi, inaspettatamente. E’ tutto l’insieme che è di una finezza e gioia che mi lascia senza parole. Un mix da ripetere. Bravissima :-)!!

    • Lo so bene e tu sei maestra!
      Quanto ai bisogni bramati, bisognerebbe bandire baccanali beneficando beni.
      p.s. Credo che potremmo continuare all’infinito… 😉
      Un bacio. 😚

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.