2019

Toni lievi e parole pesanti: io ricomincio da qui.

Buon 2019!

 

 

42 thoughts on “2019

  1. Io mi ero persa il discorso così ieri mi sono presa del tempo per leggerlo… mai discorso fu più azzeccato secondo me, l’unico problema è che chi doveva capire non ha capito una mazza

  2. Mattarella ha interpretato perfettamente il suo ruolo. Ha detto quello che doveva con chiarezza mostrando la retta via.
    Ora bisagna che la gente che si sta lasciando trasportare dal vento della paura ritrovi la serenità necessaria. Il panico è un efficace fattore regressivo. E in Italia oggi c’è tanto bisogno di coraggio.
    Solo il coraggio, che ha sede nel cuore, può tirarci fuori dalle paludi di questa incredibile distopia.
    Dunque, coraggio!

    • Caro Ivan, bentornato da queste parti! Già per me è un bel regalo e un ottimo inizio 2019.
      Tornando al tema, Mattarella rispetta adempimenti e limiti del suo ruolo, se avesse potuto avrebbe detto molto di più. Non è tuttavia il suo stile e, inoltre, riferimenti a casi concreti o soprattutto persone – che alcuni hanno lamentato – non rientrano nelle competenze del Presidente.
      Tu parli di coraggio? Ti rispondo con “ora e sempre resistenza”. È tempo di rispolverare questo spirito da parte della società civile, ossia noi.

  3. Avete ragione, chi doveva capire non ha capito niente….basta vedere lo spettacolo pietoso del parlamento o della camera……che vergogna!
    Quelle sono le persone che ci dovrebbero rappresentare…..ma avete ragione non hanno il senso del pudore e della vergogna….semplicemente per il fatto che ormai sanno che gli concediamo tutto!

    • È vero! Ho appena visto da te e ora ripasso a lasciare due parole. Ho programmato il video ieri, mi era sembrato significativo indicarlo come riferimento di un certo stile di linguaggio e toni di cui abbiamo perso l’abitudine. Trovo bellissimo essere così in sintonia, manco ci fossimo accordate prima!
      Ebbene sì, buon inizio d’anno. 😊

  4. … ed io mi/ci auguriamo che parole tanto chiare non restino inascoltate ma soprattutto strumentalizzate strattonate dalle varie forze politiche.
    #facciamorete
    strettistretti bellamicamiacarissima 🌹

  5. ottima idea quella di riproporre il discorso di Mattarella, che ho seguito in diretta. Chi vuole capire, capisce e fa sue le parole del presidente. Per gli altri… beh! diciamo che sono irrecuperabili purtroppo.
    Un sereno 2019

  6. Parole pesanti, dette con garbo ed educazione: l’esatto antitesi di quanto costantemente accade. L’unica tristezza è che rappresenta una coscienza e serietà che pare destinata all’estinzione ….

  7. Il presidente che non meritiamo. Tutto il resto è l’esatta rappresentazione di ciò che siamo. Sono talmente sfiduciata sulla possibilità di un futuro più bello (e uso l’aggettivo con cognizione, perché la disabitudine al bello in senso lato ci sta portando alla deriva) che ormai ambisco solo a una vecchiaia all’estero.

    • Sabato pomeriggio ero con un’amica.
      Dialogo
      Lei: «Ma non sei preoccupata?»
      Io: «Direi piuttosto che sono schifata».
      Ecco, sono già oltre e do per scontata la preoccupazione.
      Dimmi dove espatri che ti seguo.

Fai una sosta e lascia un pensiero se vuoi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.