Season’s greetings

Durante le festività natalizie di un 2021 che volge al termine, le vie del centro di Cremona s’illuminano con le parole di alcune canzoni di Mina. La melodia dei brani e la voce cristallina della cantante cremonese accompagnano i passanti.

L’atmosfera è piacevole e rilassante.

 

 

 

Dopo moltissimo tempo, mi riaffaccio alla finestra di questo spazio per augurare a voi tutte e tutti il meglio in un periodo non certo facile.

Che siano giornate serene. L’auspicio di un Natale e di un anno nuovo davvero buoni.

https://i0.wp.com/icons.iconarchive.com/icons/pelfusion/christmas/96/Christmas-Mistletoe-icon.png?w=584&ssl=1    Auguri!     https://i0.wp.com/icons.iconarchive.com/icons/kidaubis-design/merry-christmas/96/christmas-tree-icon.png?w=584&ssl=1

 

 

  

 

 

Cin cin!

separatore-natale

Cin cin ! Cheers ! Za zdoròvie ! Cin cin !
Saúder ! Salud ! Prost ! À la santé!
Yung sing ! Gom bui! Kanpai!
Riempire il bicchiere, Cin!
ricordare fino a immagi-
nare, corteggiare idee
refrattarie, trasfor –
mare schizzo in
realizzo,  fi –
losofia in
sceno-
gra-
fia.
È
il
n
u
o
v
o
cantiere. Bilancio? No, rilancio. La ripartenza è consistenza.
Cin cin ! Cheers ! Za zdoròvie ! Saúder ! Salud ! Prost ! À la santé!

separatore-natale

Ma Bohème continua il suo viaggio insieme a voi.

© Primula

Bye bye 2015

Ed eccoci di nuovo qui per il rituale saluto all’ anno vecchio che parte e al nuovo che arriva.

Non amo i bilanci, preferisco i progetti. E, come se fossi al finestrino di un treno, faccio ciao con la mano al 2015, mesi di lavoro intenso dai ritmi spesso incalzanti.
Ne è valsa tuttavia la pena. Nell’arco dei 365 giorni mi è stata regalata una chance: la collaborazione a una rivista letteraria e … un libro, in pubblicazone a breve.
E che è? Qualcuno dirà – a ragione – che oggi scrive chiunque, o quasi. Be’, per me è la realizzazione di un desiderio accarezzato da tempo e ancora solo pochi anni fa, mentre giravo tra i banchi dei mei ragazzi a scuola discorrendo di letteratura o commentando le loro parole scritte. Ma, al di là di tutto, è la possibilità di misurare me stessa in un ambito ancora inesplorato.

Mi piace la sfida; accanto a passione, è il mio principio ispiratore.
Nel 2016 compirò 59 anni: non esiste età per buttarsi in nuove avventure, affrontare esperienze diverse, imboccare strade mai percorse prima. Il mio Ma Bohème è proprio questo: cercare prospettive e mettermi alla prova.

Da un banale fatto autobiografico, ecco il mio auspicio per tutti: mai porsi limiti, mai fermarsi, soprattutto mai mollare e risparmiarsi.
Auguro davvero a ognuno d’incontrare occasioni, imbattersi in circostanze e trasformarle in opportunità.

Sottofondo musicale?
Un brano datato 1981: Don’t stop believin‘ dei Journey.

Working hard to get my fill,
everybody wants a thrill
……………………
Don’t stop believin’
Hold on to that feelin’

 

 

lineaSeparatrice

 

strada 4