La Luz Interior

interior

Ringrazio di cuore Eva & Luna di Sex de … NO’ ALTRI per avermi regalato un po’ di luce. 🙂

Immagine stupenda:
Fiat lux: creazione, nascita, genesi del mondo
Luce:     mezzo che svela e rende manifesta la realtà nella sua profondità
Luce:     simbolo dei lumi della ragione, ma anche della tensione metafisica e spirituale dell’uomo
Luce:     metafora della vita nella sua totalità e completezza

Un bellissimo dono che ricambio davvero volentieri e che, come previsto dalle indicazioni riportate qui , divido in raggi avvolti da questi versi che lancio affettuosamente e con amicizia ad alcuni compagni di viaggio

Conosco lettere ed esercizi
dell’umano paradigma

e figure che disvelano
chiaroscuri alle pareti.

Rifuggo gli artifici
di chi sfoggia la vita
come indumento

e indossa l’anima
– sulle ventitré –

Nego conoscenza
per approssimazione

ed esattezza
per giustapposizione.

E luce bianca sarò,
per sintesi additiva
di giallo e viola.

 22.2.11

Carlotta Pederzani, Sintesi Additiva , La Vita Felice 2013

A voi questi dardi di luce 😀

Affy – A fine binario

Isabella Scotti

langolinodiale

Me, myself and I – Occhioniblu

Metamorphoses – Jeiemerwin

Ognigiornotuttigiorni

Opinionista per caso – Viola

Silvia – In fondo al cuore

Sun – Pensieri distesi al sole

Susabiblog

Un bel gruppo di donne … non c’è che dire. 🙂

 

Amore … dirò

E ti interroghi su cosa sia
– amore –

È – dirò –
un avvicinarsi,
un supporre allo spettro
un nuovo colore,

un rincorrersi
come di parole,

un approssimare
all’impossibile

e restare sulla soglia
a torcere definizioni.

Carlotta Pederzani , inedito, gennaio 2014

Marc Chagall Gli innamorati in verde (1914-1915) Gouache a olio su carta Collezione privata

Marc Chagall
Gli innamorati in verde (1914-1915)
Gouache a olio su carta
Collezione privata

Quante volte ci siamo interrogati sull’essenza dell’amore, sulla genesi di questo sentimento, sulla sua crescita in noi o sulla sua fine?

Quanti testi, in versi, prosa o musica, in cui autori hanno proposto definizioni rivelatesi effimeri tentativi?

Razionalizzare è talora superfluo, se non addirittura inopportuno.

I versi di Carlotta mi suggeriscono l’idea della difficoltà … non di amare, ma di dire che cosa sia amare, e, anche, dell’inutilità di una sua spiegazione teorica.

Un fatto è certo, e questa poesia lo trasmette in modo ineccepibile: l’amore aggiunge, non sottrae; arricchisce, non toglie: somma una nuova sfumatura alle altre tinte dell’arcobaleno
un supporre allo spettro
un nuovo colore
acclude e include: è un avvicinarsi, un approssimare.

A cosa? All’impossibile: lo straordinario, l’inspiegabile, l’inimmaginabile per definizione che non ci fa entrare se ci attardiamo sulla soglia della porta a torcere definizioni, ad arrovellarci in controllate e filosofiche enunciazioni.

Il futuro dirò  , isolato graficamente come lo è  amore –  a sottolineare anche visivamente la loro pregnanza nel contesto, è un invito a vivere con intensità il presente della lievitazione dell’anima e del cuore, il momento della tensione sentimentale, corrente ascensionale che eleva all’indicibile, … e poi … ma veramente solo poi … a tradurre in parole.

Queste, tuttavia, non potranno che rincorrersi alla ricerca delle più giuste e appropriate.