È sera ormai

 

foto di Primula - Ma Bohème

foto di Primula – Ma Bohème

 

Ferro sfasciato.

Sole decapitato,

rintocchi gravi.

 lineaSeparatrice

In un folle giorno d’estate

© Primula

Colore, suono, visione dei pensieri

Graziella Borgna Pensieri, olio su tela

                                Graziella Borgna                    Pensieri, olio su tela

 

Pensieri:

 

Spesso

 

Sussurri  soavi  di  sentimenti  sinceri

 

Suadenti  sensazioni  di  stupenda  serenità

 

Specchi  rassicuranti  dai  riflessi  cristallini

 

E sovente

 

Serpenti  sibilanti  e  striscianti  in testa  scacciati  solo  da  sagace  saggezza.

 

separatore-web

 

Così scriveva Segantini in una lettera scritta il 28 dicembre 1889 al collega e amico Vittore Grubicy:

“A mè piace fare all’amore colle mie concessioni, carezzarle nel mio cervello, amarle nel mio quore, malgrado brucio dalla voglia di vederle riprodotte, ma mi mortifico e mi contento di prepararle un buon alloggio, intanto le continuo a vederle cogli occhi della mente, la in quel dato ambiente, in quelle positure, con quel dato sentimento. Isomma io voglio che nel quadro non si veda la fatica poverile dell’Uomo, voglio che il quadro sia il pensiero fuso nel colore.”

 

Una ragazza alla finestra: osserva; i suoi pensieri parlano; pare di sentirli, immaginarli e vederli attraverso i suoi occhi a noi sconosciuti. Una simbiosi fisica e mentale tra un doppio sguardo e un doppio pensiero.

Salvador Dalì Ragazza alla finestra (Muchacha en la ventana) ,1925 Olio su tela, Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia - Madrid

Salvador Dalì
Ragazza alla finestra (Muchacha en la ventana) 1925
Olio su tela, Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia – Madrid

 

 

Doppio sguardo

mare 4

 

                     L’obiettivo insegue
                      ombre vive.

                      Un doppio sguardo
                      corre in un’unica direzione.

                      Curioso e indagatore,
                      scruta l’orizzonte,

                      penetra il blu
                      e vola nel vento.

                      Sempre controcorrente.

 

© Primula

 

separatore 2

 

Ascoltando Negrita

Che rumore fa la felicità

Insieme, la vita lo sai bene
ti viene come viene, ma brucia nelle vene e viverla insieme
è un brivido è una cura
serenità e paura
coraggio ed avventura,
da vivere insieme…

 

Dissonanze d’aprile

ciliegi

foto di Primula – Ma Bohème

Sfumata di rosso,
una brezza di fragole
richiama
al candido profumo di ciliegi in fiore,
alla danza delle nubi,
morbida panna sgonfiata dai venti,
alla musica della pioggia
che innaffia la vita
tra le fresche note del giovane verde.
In un adagio d’aprile
i colori cantano l’armonia della natura.

Migranti: guado del fiume Konska lungo il confine tra Grecia e Macedonia. Fonte La Repubblica, 14 marzo 2016

Migranti: guado del fiume Konska lungo il confine tra Grecia e Macedonia. Fonte: La Repubblica, 14 marzo 2016

Striato di vermiglio,
un alito di sangue
urla
nel bianco di scheletri arborei,
nei passi cadenzati di corpi stanchi al vortice di un vento cupo,
nell’acqua infuriata e nelle pozzanghere
che infradiciano la vita
tra le note avvizzite di una terra marcia.
In un requiem d’aprile
il buio recita la disarmonia dell’uomo.
E rapisce primavera.

© Primula

 

Ascoltando Le piogge d’aprile di Francesco Guccini, dall’album Signora Bovary, 1987

Ma dove sono andate quelle piogge d’aprile
che in mezz’ora lavavano un’anima o una strada
e lucidavano in fretta un pensiero o un cortile
bucando la terra dura e nuova come una spada?
……………………………………
Ma dove sono andate quelle piogge d’aprile?
Io qui le aspetto come uno schiaffo improvviso
come un gesto, un urlo o un umore sottile
fino ad esserne intriso
io chiedo che cadano ancora sul mio orizzonte
angusto e avaro di queste voglie corsare
per darmi un’occasione ladra, un infinito, un ponte
per ricominciare.


Opportunità

sole

 

Ieri,

il sole

mi ha regalato un sorriso.

Lo stampo,

ne faccio copie

per i momenti

di pioggia.

 

© Primula